CASE HISTORY

Che fine hanno fatto le notifiche (in proprio) dell’Avvocato Bianchi?

Come ogni pomeriggio l’Avvocato Rossi, prima di tornare a casa, deve espletare il suo agognato giretto in ufficio postale. Quel pomeriggio il freddo è violento. Tagliente. Penetrante. L’aria gelida sembra spaccargli la faccia. I 25 gradi segnalati dal termostato all’interno del suo ufficio in confronto rappresentano un angolo di paradiso. Dover uscire è come al solito un trauma.

Il Dott. Rossi è reduce da una brutta influenza che l’ha tenuto a letto per quasi 2 settimane. Finalmente sta meglio e può reimmergersi nella solita routine. Come tutti i pomeriggi, entra alla Posta. Oggi ha 2 caffè in mano, più il fascicolo della corrispondenza sottobraccio.

E’ sicuro di incontrare il suo amico. L’Avvocato Bianchi solitamente arriva circa 20 minuti prima di lui. Per cui è normale trovarlo già spazientito. Il Dott. Rossi lo cerca con gli occhi. Cerca di individuare il suo volto infastidito. Niente. Non c’è. Proprio oggi che aveva deciso di portargli il caffè…

… Che fine ha fatto l’Avvocato Bianchi?

57 minuti dopo il Dott. Rossi esce dall’ufficio postale con un diavolo per capello.

Una signora maldestra mentre cercava di far smettere di piangere il suo bambino l’ha urtato. Il caffè destinato al suo amico è finito sulla sua giacca.

Accidenti all’Avvocato Bianchi.

E come se non bastasse, ha dovuto anche sopportare una lavata di capo da parte dell’impiegata allo sportello per aver dimenticato di inserire il c.a.p in una raccomandata…

Proprio il modo giusto di iniziare la giornata!

Sulla via del ritorno compone il numero dell’avvocato Bianchi: “Complimenti Mario! Volevo ringraziarti da parte della mia giacca per avergli ceduto il tuo caffè! Ma si può sapere che fine hai fatto oggi? Mi aspettavo di trovarti alla Posta…”

“Ahahah Carlo… noto che stai meglio mi fa piacere! Sai la scorsa settimana, dopo l’ennesima interminabile coda in ufficio postale mi sono deciso e ho chiamato quel servizio postale privato: Poste business, quello che utilizza da anni il collega Burato! Tu mi conosci, sai che di solito sono scettico verso questo tipo di servizi. Ma mi hanno parlato tanto bene di loro che ho deciso di provare…”

“Ah si? E com’è andata?”

“Sai che c’è? Funziona alla Grande! Non credevo ti giuro. Eppure mi sono dovuto ricredere! È tutto automatico. Non mi devo più muovere da qui. Non devo neanche più compilare i moduli delle raccomandate. Arrivano subito appena li chiamo e…” -Fanno tutto loro! – E per di più mi notificano anche gli Atti Giudiziari!”

“Ma veramente? Quindi mi vuoi dire che tu li chiami, passano da te, ti spediscono la posta e tu continui a stare in ufficio senza muovere un dito?”

“Sembra impossibile ma è proprio così!” “Ma è sicuro? Sono affidabili?”

“Burato sono anni che utilizza il loro servizio e mi ha riferito che sono molto precisi e scrupolosi. Gli atti giudiziari vengono notificati come se ti recassi tu in ufficio postale. Basta una delega et voilà… E ti confermo che è così. La settimana scorsa ho consegnato loro due notifiche. Il giorno successivo avevo sulla scrivania l’originale vidimato con il timbro postale assieme alle ricevute delle copie spedite!”

“Come hai detto che chiama il servizio?”

“Poste business!”

“E come faccio a contattarli?

Basta riempire il form qua in basso e verrai contattato immediatamente.

Compila questo campo
Compila questo campo
Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Compila questo campo
Captcha 23 + 12 = ?
Inserisci il risultato dell'equazione per procedere

Vuoi smettere anche tu di bruciare soldi per spedire la tua corrispondenza?
Contattaci adesso